Liguria: le cinque terre

Tour nelle Cinque Terre: cosa fare e cosa vedere

Siamo in compagnia di Stefania, appassionata di viaggi e trekking. Il suo blog: “Girovagando con Stefania” è colmo di informazioni per muoversi “all around the world”. Oggi però vogliamo rimanere nel bel paese per mostrarvi una perla della Liguria, patrimonio dell’umanità Unesco. Stiamo parlando delle 5 terre.

Questi cinque borghi ti toglieranno il fiato, rappresentano aree come ce ne sono pochissime al mondo.

L’UNESCO le ha dichiarate patrimonio dell’umanità nel 1997 e questo la dice lunga sul loro prestigio ambientale.

Si collocano sul mare, e le sfumature di colori così come l’integrazione con il paesaggio naturale, rendono queste aree un luogo che merita di essere vissuto almeno una volta nella vita.

Le Cinque Terre possono essere visitate tutto l’anno ma in primavera o in estate quando i ritmi quotidiani si possono allentare (particolarmente in estate) visitando questi luoghi potete godere anche delle meravigliose acque del mare limpido per poi stendervi al sole.

La zona però non presenta solo acque cristalline, potrebbe bastare ma le 5 terre sono anche aree naturalistiche dai mille sentieri, per gli amanti delle camminate nel verde sono l’ideale!

Perchè si chiamano “Cinque Terre”?

La definizione “Cinque Terre” si rifà ai borghi di:

  • Corniglia,
  • Manarola,
  • Monterosso,
  • Riomaggiore,
  • Vernazza.

Luoghi quasi del tutto isolati dal mondo che in passato potevano essere raggiunti solo traversando il mare o sentieri che ancora oggi vengono percorsi da chi ama immergersi nella natura.

La parola “terre” proviene sia dall’impiego del dialetto ligure sia dal fatto che questi borghi erano piuttosto isolati, ragion per cui divennero delle realtà distanziate da tutte le altre “terre” lontane.

Tra le cinque terre una non si affaccia sul mare.

Tra i 5 borghi marinari rientra anche una delle “terre” (Corniglia) che trova collocazione in cima a una scogliera a 100 metri sopra il livello del mare.

Quello di Corniglia è anche il più piccolo dei 5 borghi, ma è quello che ha saputo conservare maggiormente la sua essenza.

Si capisce che il borgo, per la sua collocazione, risulta davvero affascinante e particolare.

In questi luoghi incantati, distanti dai ritmi convulsi dal resto del mondo, amerete ogni colore ed ogni passaggio nella natura.

Se volete potete partire da Riomaggiore che è la prima città delle Cinque Terre se il lato da cui visiterete questi luoghi è quello di La Spezia.

Il secondo: Manarola, è una piccola cittadina. Offre un notevole spettacolo: quello di poter osservare la città dalla costa.

Il percorso proseguirà con il Sentiero Azzurro, verso Corniglia. Il tracciato si sviluppa in 1.5 km, sul livello basso del mare. Percorrendo questo sentiero vi si aprirà davanti uno splendido paesaggio del rilievo roccioso sulla costa.

Corniglia trova la sua collocazione su una roccia e si tratta di un borgo molto piccolo, il più in alto tra le Cinque Terre.

Poi c’è Vernazza, luogo che per molti turisti rappresenta la più bella tra le 5 terre.

Infine non potete non visitare Monterosso la più grande città tra quelle delle Cinque Terre.

Nel video ti verrà mostrata la bellezza di questi luoghi, a te non resta che rilassarti e aprirti alla conoscenza di questa meravigliosa area d’Italia. Buona visione!

Vorresti vedere anche tu trasformato in video un tuo articolo? Fai come ha fatto Stefania! E’ veloce e gratuito: basta compilare il Form.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *